mercoledì 25 novembre 2009

Feltro e cucito: decorazioni di Natale, tovaglia e sacchetti

Mi è venuta la "feltrite"
Come lo scorso anno, sono alle prese con il feltro per realizzare decorazioni per l'albero di Natale.

Ora sono a quota 68, ho deciso di arrivare almeno a 100 perchè il mio albero è alto 180 cm.
Oltre a queste abbellirò l'albero con le palline all'uncinetto che vi avevo già mostrato.
Che altre cose posso realizzare per l'albero?
Come vedete ho fatto:
alberelli, guanti, calza della befana, stella, cuore

Non mi viene in mente altro, avete suggerimenti?



Nel precedente post, vi avevo detto che avevo assemblato una tovaglia, utilizzando i tovaglioli che non si utilizzano, e dato che questi hanno un angolo intagliato, ho suggerito di metterci al di sotto una tovaglia rossa (poichè siamo vicini al Natale, altrimenti possiamo metterla di altri colori), ma non vi avevo mostrato l'effetto. Eccolo qui.Invece per quanto riguarda i sacchetti, ho pensato di cambiare modello.
Ne ho cuciti parecchi e quindi ho deciso di fare anche altri modelli, vediamo ora se questi verranno apprezzati come i precedenti.

mercoledì 18 novembre 2009

Uncinetto e cucito.

Produzione di palline di natale, visto che devo rinnovare qualche decorazione, ho pensato di farle ad uncinetto. Piccola idea: da una certa quantità di tovaglioli inutilizzati....

....una tovaglia.

Mettendo al di sotto una tovaglia rossa, può essere utilizzata anche a Natale.

Particolare dell'unione di 4 tovaglioli, come potete vedere, l'ho unita solo nella parte più sporgente degli smerli con dei punti sul retro.
La tovaglia è composta da 16 tovaglioli.

sabato 14 novembre 2009

Punto croce: sacchetti profuma biancheria natalizi

....continua la produzione di sacchetti natalizi, dopo averli cuciti, ne ho ricamati a punto croce altri nove.

lunedì 9 novembre 2009

Lavori si, lavori no.

Piccolo lavoro, tovaglietta per Ilaria.Ricamo semplice, ma gli serviva presto, così in mezza giornata, ho dovuto ricamare, tagliare e cucire.




Lavoro non riuscito.


Ebbene si, dopo aver finito il lavoro, mi sono resa conto che era troppo piccolo.
Volevo realizzare un vestitino per una bimba che deve nascere a marzo, ed ho pensato di farlo con i ferri (era tanto che non li utilizzavo).
Ho seguito il procedimento sul giornale, ammetto che ho utilizzato un filato un pò più sottile, però ho utilizzato lo stesso numero di ferri che riportavano le istruzioni, questo perchè lavorando molto stretto, sono costretta ad utilizzare dei ferri più grandi (mi capita anche con l'uncinetto).
Per il resto mi sono attenuta a quello che era riportato sulla rivista, ma a mio parere non è una taglia tre mesi come riportato sulla rivista, questo stà a malapena ad un bimba appena nata, e poichè nasce a marzo, non mi sembra il caso di donargli un vestito estivo.
Quindi?!?
Mi tocca sfilare tuttoooooooo.

Purtroppo mi capitano ancora queste cose.
Voi direte "e hai dovuto finire il lavoro per rendertene conto?"
Mentre lavoravo, mi ero accorta che.....
mi sembrava che....
ma mi sono detta,
"ho seguito passo, passo le istruzioni, quindi, vedrai che quando lo toglierò dal ferro..."
e invece no.
Fra l'altro ho anche lavorato le due parti contemporaneamente, quindi a lavoro ultimato.....
mi prenderei a schiaffi!
Pazienza, pazienza, pazienza.
Meno male che ho ancora tempo, tanto tempo.
Scusate lo sfogo, ma ne avevo bisogno.
Comunque, ora ho deciso, lo faccio ad uncinetto, ho già iniziato.
E stavolta, stò seguendo uno schema, ma con dimensioni che dico io.
Speriamo bene.

mercoledì 4 novembre 2009

Punto croce: Fiocco rosa (Tutorial)

Lo sò, ce ne sono molti in giro di questo formato, ma io non ne ho mai fatto uno così, Di solito li faccio a forma di cuore oppure il classico cerchio, così ho voluto provare.
Vi spiego come ho fatto: Ho preparato il modello su carta.

Poi, visto che il ricamo và posizionato sulla parte inferiore, ho ritagliato la tela Aida a forma di mezzo cerchio, e l'ho ricamata.

Quindi ho riportato il modello sulla stoffa.
E l'ho ritagliato.


Questo l'ho fatto per due volte, perchè mi occorre anche il retro.

Poi bisogna mettere un'imbottitura, per rendere un pò rigida la stoffa.
Io, non prendetemi per matta, ma utilizzo il filtro per la cappa.
Avete capito bene, proprio il filtro delle cucine, è abbastanza rigido, all'occorrenza, si può lavare ed è economico.
Quindi poggio la stoffa su questo materiale e....
.... ripasso tutti i contorni con la macchina per cucire, così la forma è delineata, e quindi tagliamo l'imbottitura in eccesso.
Questo và fatto sia per il davanti che per il dietro.
Poi dopo aver cucito il ricamo sul davanti, metto dritto contro dritto le due sagome e le cucio insieme, ricordandomi di lasciare un piccolo spazio, per poter girare il lavoro.

Questo poi và cucito a mano con dei punti nascosti.

Sempre con dei punti nascosti, ho cucito un nastrino fra la tela Aida e la stoffa, ho aggiunto qualche fiocco e ho terminato così.
Come prima volta, mi ritengo abbastanza soddisfatta, anche se.....
.....ho già in mente delle modifiche per la prossima volta.

Che ne dite?

Avete dei suggerimenti?

Scrivetemi.